Pagine

venerdì 25 settembre 2009

Bardana (arctium lappa)

Bardana
Fiori di bardana, dimensione circa un centimetro
Bardana

Nel mio dialetto ligure la bardana viene chiamata båticristu, in genere al plurale, båticristi. Non c'entrano i fiori ma il fusto resistente e flessibile che veniva adoperato a mo' di frusta per percuotere chi impersonava Gesù Cristo nella processione del giovedì santo.

In questa stagione la pianta si può trovare ancora fiorita sopra i seicento metri, ed è proprio a quelle alture che ho scattato alcuni giorni fa le foto che vedete.


Da wikipedia
La medicina tradizionale attribuisce alla bardana (arctium lappa) una proprietà diuretica e di purificazione del sangue. In passato era consigliata anche contro artriti, ulcere, problemi allo stomaco, alopecia, psoriasi, impurità della pelle, prolasso uterino e per la cura delle ferite.

Attualmente è consigliata nel trattamento della pelle grazie all'utilizzo di decotti, estratti e impacchi che danno un certo giovamento per combattere l'acne, la foruncolosi e le pelli grasse. Fondamentalmente, la bardana ha una funzione depurativa, diuretica e stimola le funzioni epatobiliari.

Vengono utilizzate le radici di Arctium lappa raccolte nell'autunno del primo anno o nella primavera del secondo ed essiccate come anche quelle di Artiglio selvatico e di Bardana lanuta. Le radici di bardana vengono, più raramente, offerte sul commercio come Bardanae radix.

Un suffumigio di radici di bardana, occasionalmente anche di parti di pianta della parte superiore tagliata di recente o essiccati, serve per l'applicazione interna. Nelle applicazioni esterne, l'olio di radici di bardana viene applicato contro l'alopecia. Se ne sconsiglia l'applicazione in gravidanza.

Bardana

Il Velcro
Nel 1948 George de Mestral, ingegnere svizzero, dopo una camminata tra la natura si accorse che la sua giacca era cosparsa di piccoli fiori di bardana. Li osservò, prima con la lente e poi al microscopio. Scoprì che erano fatti di tanti uncini capaci di insinuarsi nella trama del tessuto e gli venne l'idea del velcro. La parola "Velcro" è un nome commerciale ed è un acronimo che deve la sua origine alle iniziali di VELours (velluto) e CROchet (gancio).

Non ditemi che non avete niente con chiusura a Velcro, e, visto che ci siamo, qualcuno può provare a "scrivere", consonanti e se crede anche vocali, il rumore dello strappo. Se avete un blog vi linko.

Titus
sst-ssstrap

Giovanna
sstrsstrrr

Filo
ssttrreech

Gturs
sscresch

Annarita
sssssrrrrrzzzzz

Skip
sssssstrash

Bardana
Bardana
Guanto astronauta con chiusura di velcro
Il guanto dell'astronauta John Young con chiusura di velcro adoperato sulla luna. Era il 20 aprile del 1972.

Technorati Tags: , ,