Pagine

domenica 2 marzo 2008

Cena dalla baronessa con sorpresa

fichi secchi
Qualche sera fa sono andato con alcuni amici a cena in un antico palazzo non molto ben messo di nobiltà in bilico. Era da parecchio tempo che si rimandava, e perché non poteva uno e perché non poteva l'altra, e perché non potevano tutti quanti. Finalmente abbiamo salito lo scalone e siamo entrati in questi saloni rimasti pressoché immutati da un secolo. Per me era anche una specie di sopralluogo non dichiarato per un eventuale prossimo servizio fotografico. Ho fatto anche, e ti pareva, la gaffe. Che l'ho chiamata contessa e lei benigna mi ha corretto senza aversela a male. Dicevo della cena. A un certo punto il marito della nobildonna, che non è un barone, ha tirato fuori questi due pacchetti che avviluppavano nelle foglie qualcosa di mangereccio. Cosa? Hanno un diametro di circa quindici centimetri.

Aggiornamento, 3 marzo, ore 19.56
giuseppe riina
Lo ammetto, l'aspetto non è il massimo ma vi assicuro che questi fichi secchi sono proprio squisiti. Si seccano normalmente poi si racchiudono nelle foglie della pianta assieme a foglie di alloro. Si consumano dopo qualche mese. Qualcuno magari sarà rimasto deluso, chissà cosa si credeva. Nemochiaravalle e Skip avete indovinato, bravi.

Curiosità della serie ecchissenefrega. La gerarchia nobiliare era la seguente. Re o Imperatore, Viceré, Principe, Arciduca, Granduca, Duca, Marchese, Conte, Visconte, Barone, Nobile, Cavaliere.

25 commenti:

  1. .....so di un formaggio che si fa stagionare nelle foglie ma non mi ricordo il nome.... :-)

    RispondiElimina
  2. formaggio o ricotta...oppure uva passita o fichi ?

    RispondiElimina
  3. Beh, in fondo hai chiamato la signora con un titolo nobiliare superiore al suo, sarebbe stato peggio se l'avessi declassata...
    Quei fagottini potrebbero essere "previ"(preti): foglie di cavolo verza con ripieno di riso, verdure, uova, formaggio (la ricetta precisa non la conosco)legati con lo spago e cotti in umido in casseruola, però dalla foto i tuoi involti sembrerebbero crudi! e poi, a una cena con esponenti della nobiltà non sarebbe corretto "mangiare i preti"!
    Acqua, fuoco, fuochino?

    RispondiElimina
  4. -----lonzino di fico anche se la forma non è proprio quella del lonzino....

    RispondiElimina
  5. analfabeta2/3/08 17:16

    Asparagi selvatici

    Bieta e fave

    Bieta e patate

    Broccoletti "della gelata" saltati con
    aglio, olio e peperoncino

    Broccoletti all’agro

    Broccoletti ripassati in padella

    Broccoletti soffocati

    Cacigni e fagioli

    Cacigni in padella

    Carciofi di Castelferrato ripieni

    Cavoli soffocati

    Cavoli strascinati

    Ciabbotto

    Cipolline in agrodolce

    Fave al guanciale

    Fritti di verdure in pastella

    Funghi d'Abruzzo in carpaccio

    Funghi fritti

    Funghi Porcini arrosto

    Insalata di verdure selvatiche

    Involtini di spinaci

    La tiella

    Legumi di Paganica e di S. Stefano di
    Sessanio

    Misticanza

    Olaci (od orapi) all'agro

    Patate con il lardo

    Patate maritate al forno

    Patate maritate sulla brace

    Patate sotto il coppo

    Peperonata

    Peperoni arrostiti

    Peperoni fritti

    Peperoni ripieni

    Pizza e fuje

    Rape strascinate

    Verdurine di campo saltate con aglio,
    olio e peperoncino

    Verze ripassate

    Verze e patate

    Zucca con le patate

    Zucca con le patate e con la pizza di
    granturco

    RispondiElimina
  6. Non saprei proprio, ma sono curiosa;)

    RispondiElimina
  7. wow analfabeta! che invito gastronomico, dopo la mia parca cena! :D

    RispondiElimina
  8. Darò la risposta domani sera e pubblicherò la foto di uno di questi due pacchetti aperto.

    gturs
    Vedremo domani sera.

    skip
    Idem.

    filo
    Certe volte un maresciallo che lo chiami capitano si può anche incavolare perché crede che lo prendi per il culo.

    analfabeta
    Ce l'hai appesa da qualche parte questa lista?

    annarita
    Tu che sei una matematica mai letto questo libro? a cui accennai in questo post.

    RispondiElimina
  9. o formaggio oppure dolce natalizio napoletano il fojaello buon inizio di settimana

    RispondiElimina
  10. Quelli che filo chiama "previ" si fanno, più o meno allo stesso modo, anche in Grecia, e si chiamano "lakhanodholmadhes", cioè "involtini di cavolo", visto che ci sono anche i semplici "dholmadhes" o "dholmadhakia", cioè "involtini", che al posto della folgia di cavolo hanno quella di vite. Il ripieno a base di riso, però, è lo stesso.
    Che bello il Mediterraneo, dove, per citare Baudelaire, "les parfums, les couleurs et les sons se répondent" da un capo all'altro!

    RispondiElimina
  11. Proprio non saprei, ma andando sul generico direi un formaggio.

    RispondiElimina
  12. ciao e buona giornata.... Maria

    RispondiElimina
  13. "Capun de fighe" questo il nome che in provenzaviene dato a questo profumatissimo involto di fichi secchi in foglie di vite ed alloro. Specialità che a Ventimiglia pochi conoscono,se il marito della nobil donna è un"riccio in latino" sono certo che è stata una cena all'altezza

    RispondiElimina
  14. analfabeta3/3/08 18:39

    la curiosità è allo stremo.alberto non cede e leccandosi sornione i baffi ci tiene sulla graticola.
    saranno foglie di castagno? e poi e poi vai a indovinare cosa racchiudono.meglio fare ammissione di ignoranza e rimettersi alla clemenza del ghiottone.

    RispondiElimina
  15. propenderei per un formaggio

    RispondiElimina
  16. lostinthesky3/3/08 19:48

    Pensandoci bene potrei ance dire "xyz" ma so che non me la accetteresti come risposta :-)

    RispondiElimina
  17. lostinthesky
    Avevi già fatto il furbo l'altra volta e ti avevo detto, se non sbaglio, che non ero proprio un pirla. Ciao.

    RispondiElimina
  18. i "follarielli" sono involtini di uva passita o fichi infornati avvolti in foglie di limone...dalla foto mi sembrano foglie di verza...
    per favore,alberto, scrivi un altro indizio :)

    RispondiElimina
  19. analfabeta3/3/08 20:59

    nelle mia regione c'è una preparazione simile ma più ricca chiamata "librotta".La forma è di un pacchetto rettangolare avvolto in foglie di fico.Gli ingredienti: fichi secchi, cioccolato fondente, mandorle, zucchero, cedro candito, cacao, cannella, buccia di limone grattugiata e noci. Si tritano grossolanamente le mandorle, il cedro e il cioccolato che vengono mescolati con gli altri ingredienti. Poi si formano cinque strati: tre con i soli fichi secchi, due con gli altri ingredienti, alternando gli uni agli altri. Il tutto verrà disposto in apposite formelle e poi pressato con un “torchietto”. Dopo qualche ora i libretti vengono avvolti nelle foglie di fico.
    Ulivo,vite e fico :magica trinità mediterranea

    RispondiElimina
  20. skip
    Foglie di fico, foglie di fico.

    RispondiElimina
  21. nadiaflavio3/3/08 22:35

    Pensa che io volevo rispondere:
    Un fico secco che c'indovino....belin, l'avrei presa!

    RispondiElimina
  22. allora l'involtino contiene fichi mandorlati? allora ho indovinato...ma la baronessa come chiama questa specialità?

    RispondiElimina
  23. La baronessa non si interessa di queste cose. E il marito non dà a questa specialità nessun nome particolare.

    RispondiElimina
  24. Semple fighe, semple fighe. Ti m'hai pigliau pe a vurpe ?

    RispondiElimina
  25. Lara, stai imparando le lingue?

    RispondiElimina